Il periodo di raccolta

Il periodo di raccolta

 

sacco_lentisco

Dalla raccolta delle bacche alla produzione

dell’olio di Lentisco.

 

Il periodo di Raccolta

 

La raccolta delle bacche del Lentisco avviene in autunno inoltrato e a volte, come l'anno scorso (2015) anche in inverno inoltrato.

Il Lentisco anche se è una pianta che ama la siccità, ha bisogno di un po’ di acqua almeno ogni 20/30 giorni nel periodo estivo perché se questo non avviene la pianta non metterà le bacche per l’autunno.

Infatti quest'anno (2016) qui in Sardegna è stato un anno molto secco e non ha piovuto per quasi tre mesi consecutivi, nel periodo in cui le piante ne avrebbero avuto bisogno e questo ha influito non solo sulla raccolta del Lentisco ma anche sulla raccolta delle olive.

La formazione delle bacche avviene proprio in questo periodo aumentando notevolmente di grandezza e cambiando il proprio colore iniziale dal bianco a un colore rosso amaranto fino ad arrivare al massimo della maturazione ad un colore che risulta quasi nero.

La raccolta può avvenire o a mani nude o con dei pettini molto stretti adatti per raccogliere oltre che il lentisco anche il mirto.

In commercio si trovano svariati tipi di pettini che di solito sono quelli che si usano per raccogliere le olive, ma purtroppo sono troppo grandi per raccogliere le piccole bacche di Lentisco.

Per la raccolta delle bacche, normalmente si prende un ramo di lentisco alla volta tra le mani e lo si strofina, facendo così cadere le bacche.

Invece se si utilizzano pettini, con una mano si tiene il ramo e con l’altra stando attenti a non rovinare l’arbusto, si passa il pettine facendo cascare le drupe nel recipiente posizionato sotto il ramo.

Tornati a casa dopo una giornata stancante di raccolta l'operazione successiva consiste nella pulizia del lentisco da foglie e rametti.